Diritti dei passeggeri

Gentile Passeggero,

se il suo volo è stato cancellato o ritardato o se le è stato negato l’imbarco su un volo con prenotazione confermata, ha la facoltà di esercitare i diritti definiti nel Regolamento (CE) n. 261/2004, entrato in vigore il 17/02/2005. La compagnia aerea sul cui volo si verifica l’irregolarità ha la responsabilità di garantire i suoi diritti.

Validità

Il Regolamento si applica

  • ai passeggeri in partenza con un volo di linea da uno stato membro dell’UE o in partenza per uno stato dell’UE da uno stato terzo con una compagnia aerea dell'UE, a condizione che non abbiano ricevuto alcuna compensazione o contributo finanziario in questo stato terzo;
  • in possesso di una prenotazione confermata per il volo;
  • che si siano presentati al check-in entro l’orario indicato (eccetto nel caso di volo cancellato) oppure, qualora non sia indicato l’orario, che si siano presentati almeno 45 minuti prima dell’orario di partenza;
  • che siano in possesso di biglietto a tariffa disponibile al pubblico.

Ritardi

Conformemente al Regolamento (CE) 261/2004, il volo si considera in ritardo quando l’orario della partenza previsto è ritardato di almeno quattro ore per distanze che superano 3.500 km, di almeno tre ore per distanze comprese tra 1.500 km e 3.500 km e voli intraeuropei di oltre 1.500 km e di due ore per distanze fino a 1.500 km. Se si prevede che il volo abbia un ritardo notevole, i passeggeri hanno diritto all'assistenza da parte della compagnia aerea.

L’assistenza prevede: pasti e bevande commisurabili al tempo di attesa, eventuale pernottamento in hotel, compresi i costi di trasferimento e la possibilità di effettuare due brevi telefonate o di inviare due fax o e-mail. La compagnia aerea non è tenuta a fornire questa assistenza se il passeggero è responsabile di un ulteriore ritardo del volo. Se il ritardo supera cinque ore, ha diritto al rimborso del biglietto entro sette giorni per le parti del viaggio non utilizzate oppure anche delle parti utilizzate se lo scopo del viaggio non è più raggiungibile a causa del ritardo e, se necessario, a un volo di ritorno al punto di inizio del viaggio, appena possibile.

Ha diritto alla compensazione se arriva alla destinazione finale con un ritardo superiore a tre ore e questo ritardo non può essere imputato a circostanze eccezionali che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state prese tutte le misure precauzionali necessarie, come ad esempio maltempo, instabilità politica, scioperi, rischi per la sicurezza o carenze imprevedibili nella sicurezza del volo.

Overbooking

Se, in caso di overbooking, le viene negato l'imbarco su un volo per il quale è in possesso di una prenotazione, ha diritto all'assistenza da parte della compagnia aerea come descritto più sopra alla voce "Ritardi". Inoltre, avrà diritto a un reindirizzamento verso la destinazione finale del volo prenotato. Questo reindirizzamento dovrà avvenire appena possibile e in condizioni adeguate a quelle iniziali.

In base alla disponibilità di posti, può scegliere di viaggiare verso la destinazione finale in un giorno successivo oppure a un orario posticipato, a sua scelta; in questo caso le spese per l’albergo, i pasti e le bevande, così come il trasferimento tra l’hotel e l’aeroporto saranno a suo carico.
Se è stato escluso dall'imbarco contro la sua volontà o volontariamente, ha diritto a un volo alternativo, oppure a un rimborso e a una compensazione, che può avvenire anche sotto forma di assegno o bonifico o, con il suo consenso, di un buono. L’importo della compensazione dipende dalla distanza del volo organizzato e dal reindirizzamento offerto: nel caso di distanze del volo

  • fino a 1.500 km la compensazione è di € 250,
  • per distanze comprese tra 1.500 e 3.500 km e per voli intraeuropei di oltre 1.500 km la compensazione è di € 400
  • per distanze superiori a 3.500 km la compensazione è di € 600.

 

La distanza è calcolata in base all'ultima destinazione nella quale il passeggero atterra in ritardo rispetto all'orario di arrivo previsto, come conseguenza dell’imbarco rifiutato o della cancellazione del volo.

Se le viene offerto un volo alternativo e l'orario di arrivo prevede un ritardo inferiore a due ore rispetto all'orario di arrivo previsto del volo originariamente prenotato per i voli fino a 1.500 km, inferiore a tre ore per distanze tra 1.500 e 3.500 km o per voli intraeuropei superiori a 1.500 km, e meno di quattro ore per distanze superiori a 3.500 km, la compensazione viene ridotta del 50% rispetto ai valori sopra indicati, e cioè rispettivamente di € 125, € 200 oppure € 300.
Non ha diritto alla compensazione sopra menzionata qualora le venga negato l’imbarco per ragionevoli motivi, ad es. per colpa sua, per motivi di salute, per ragioni di sicurezza o per mancanza di adeguati documenti di viaggio.

Cancellazione

In caso di cancellazione del volo per il quale è in possesso di una prenotazione confermata, ha diritto a reindirizzamento, assistenza, rimborso o compensazione come nei casi sopra citati.

Tuttavia non ha diritto alla compensazione ai sensi del regolamento UE, qualora la cancellazione del volo sia stata causata da circostanze eccezionali che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state prese tutte le precauzioni necessarie. Le circostanze eccezionali includono: maltempo, instabilità politica, scioperi, rischi di sicurezza o imprevedibili carenze nella sicurezza del volo.

Similmente, non ha diritto alla compensazione nel caso in cui non

  • sia stato informato della cancellazione almeno 14 giorni prima della partenza
  • sia stato informato della cancellazione tra 14 e 7 giorni prima della partenza e il volo non parta più di due ore prima rispetto all’orario di partenza originario e/o non arrivi più di quattro ore dopo rispetto all’orario di arrivo stabilito
  • sia stato informato della cancellazione meno di sette giorni prima della partenza e il volo non parta più di un'ora prima rispetto all'orario della partenza originario e/o non arrivi più di due ore dopo rispetto all'orario di arrivo stabilito.

Sistemazione in classe inferiore

Se è sistemato in una classe inferiore, ha diritto a una compensazione entro sette giorni. L’importo della compensazione dipende dall'itinerario pianificato e dal prezzo del biglietto pagato per tratta aerea; per distanze

  • fino a 1.500 km, la compensazione ammonta al 30% del prezzo del biglietto pagato per tratta aerea
  • per distanze comprese tra 1.500 e 3.500 km e voli intraeuropei di oltre 1.500 km, la compensazione è il 50% del prezzo del biglietto pagato per tratta aerea
  • per distanze superiori a 3.500 km, la compensazione è il 75% del prezzo del biglietto pagato per tratta aerea.

 

Se ritiene di poter avanzare un reclamo giustificato nei confronti di Lufthansa in base alle sopraccitate condizioni, faccia riferimento a: Feedback Lufthansa o


Indirizzi postali: Indirizzi globali


Un elenco delle autorità responsabili di tutelare i diritti legali dei passeggeri è disponibile al seguente link:
http://europa.eu/youreurope/citizens/travel/passenger-rights/air/index_it.htm

Ufficio di conciliazione

Se viaggia privatamente, in caso di controversie relative al volo ha il diritto di rivolgersi allo ‘Schlichtungsstelle für den öffentlichen Personenverkehr e.V.’ (SÖP), l’ufficio indipendente di conciliazione della Germania per il trasporto pubblico di passeggeri a cui fanno capo tutti i vettori.

Può farlo per qualsiasi controversia relativa a:

  • negato imbarco, ritardi prolungati o cancellazione di voli;
  • distruzione, danneggiamento, smarrimento o trasporto ritardato del bagaglio, o
  • violazioni di obblighi relativi al trasporto di passeggeri disabili o passeggeri con mobilità ridotta, o
  • inadempimento nella stipulazione di contratti di trasporto,

a condizione che

  • abbia già esposto questi problemi a Lufthansa e non abbia ricevuto risposta entro due mesi o
  • non sia soddisfatto del modo in cui il suo problema è stato affrontato o non concordi con la gestione della contestazione da parte di Lufthansa,
  • la controversia non sia già in sospeso dinanzi a un giudice, oppure non sia stata a un certo punto in sospeso oppure sia stata risolta,
  • si tratti di un viaggio privato.

 

https://soep-online.de

https://soep-online.de/beschwerdeformular_flug.html


Anche la Commissione Europea mette a disposizione una piattaforma per la Risoluzione delle controversie online (Online Dispute Resolution, ODR).
La piattaforma è disponibile all'indirizzo http://ec.europa.eu/consumers/odr/