top

API (Advance Passenger Information): registrazione e trasmissione dei dati obbligatori dei passeggeri

Un numero crescente di paesi obbliga le compagnie aeree a comunicare i dati dei passeggeri in arrivo o in partenza, in taluni casi anche in caso di semplice sorvolo del paese in questione. Le disposizioni di legge si riferiscono di solito alla comunicazione di dati relativi all’identità e ai documenti di viaggio (passaporto, visto) dei passeggeri e degli equipaggi imbarcati.

La compagnia aerea, non disponendo generalmente di questi dati, deve acquisirli poco prima della partenza, utilizzando sempre più spesso il cosiddetto sistema di "lettura ottica" di cui sono dotati i nuovi documenti.

L'acquisizione avviene esclusivamente allo scopo di trasmettere direttamente questi dati alle autorità del paese di destinazione.

Si prevede che l'obbligo dell'API venga esteso nei prossimi anni anche ai viaggi nell'Unione Europea.

 
top

Integrazione dei dati API per il Canada analoga agli USA

La legge canadese impone inoltre alle compagnie aeree di integrare i dati dei passeggeri comunicati nell'ambito dell'API con quelli acquisiti tramite i propri sistemi automatizzati di prenotazione (PNR). Per l'applicazione di questa norma dalla legge canadese è stato raggiunto un accordo tra Canada e Unione Europea.

La conformità alle norme europee sulla privacy della comunicazione dei dati prevista da questo accordo è stata confermata dalle autorità europee per la protezione dei dati.

Dalla fine di aprile 2006 i dati relativi alle prenotazioni previsti dall'accordo (se disponibili) vengono pertanto comunicati in aggiunta ai dati API.


Star Alliance